Il che significa bar e ristoranti chiusi (tranne asporto sino alle 22 e consegna a domicilio), ma anche la gran parte dei negozi, tranne alcune eccezioni: diverse tipologie di attività commerciali, infatti, possono rimanere aperte e ve le elenchiamo. Italia in zona rossa: cosa si può fare e cosa no. Rimangono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. La Lombardia diventa zona gialla: bar e ristoranti aperti al pubblico. Italia zona arancione: negozi, bar e ristoranti sono aperti il 28, 29 e 30 dicembre? Restano chiusi palestre, piscine, centri benessere e centri termali. Vietato lo sport di contatto, ma è consentito svolgere all’aperto e a livello individuale i relativi allenamenti. È invece permesso frequentare i centri e i circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio Comune o, in assenza di tali strutture, in Comuni limitrofi, per svolgere all’aperto l’attività sportiva di base, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza creare assembramenti. Resta vietato utilizzare gli spazi adibiti a spogliatoio. Leggo- 2 ore fa. Ecco cosa cambia (e cosa non cambia) con il passaggio della Lombardia in zona arancione: Resta vietato uscire dal proprio Comune di residenza, se non per ragioni di lavoro, istruzione, salute o comunque per stretta necessità. Sono arrivati i chiarimenti del Governo sul nuovo Dpcm che divide l'Italia a zone. Ieri, sabato 28 novembre 2020, il ministro della Salute Roberto Speranza ha ufficializzato il passaggio da zona rossa in zona arancione per tre regioni d’Italia: Lombardia, Piemonte e Calabria. Nelle aree gialle bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie ecc. Venerdì scorso il presidente della Regione, ha ufficializzato il passaggio da zona rossa in zona arancione, Passeggiare con il cane: regole e comportamenti in vigore da oggi, Presidente Fontana: “Lombardia è zona arancione, non abbassiamo la guardia”. Tutti i diritti riservati. Si raccomanda fortemente di non invitare a casa propria persone non conviventi. Per la sola notte di Capodanno sarà esteso dalle 22 alle 7 del mattino. Anzhe oggi, 25 dicembre, l’Italia è in zona rossa. Domande e risposte sul vaccino contro il coronavirus. Le regole durante le feste natalizie Negozi, ristoranti, centri estetici. Giornata decisiva quella di oggi, lunedì 30 novembre, per definire quelle che saranno le possibili regole che verranno inserite nel prossimo dpcm, quello con cui gli italiani affronteranno il periodo del Natale. Anche oggi l'Italia è in zona rossa: cosa si può fare e cosa no e quali negozi rimarranno aperti durante il lockdown per il giorno di Santo Stefano. Tutte le indicazioni valide anche in … ... 6 gennaio 2021 - restino chiusi tutti i negozi, tra cui centri commerciali, bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, centri estetici. 26 dicembre: i negozi e i supermercati aperti a Santo Stefano ... Negozi e supermercati aperti oggi, 26 dicembre, in zona rossa. Ok agli spostamenti tra Comuni per visita a parenti e amici, senza uscire di regione. Il che significa bar e ristoranti chiusi (tranne asporto sino alle 22 e consegna a domicilio), ma anche la gran parte dei negozi, tranne alcune eccezioni: diverse tipologie di attività commerciali, infatti, possono rimanere aperte e ve le elenchiamo. Si può svolgere attività motoria in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza fisica e con obbligo di mascherina. Abbonati al Post per commentare le altre notizie. REGISTRAZIONE GRATUITA! Da domenica 13 dicembre sarà nuovamente possibile consumare pasti nei locali, ma solo fino alle 18. Come comportarsi nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio. Da oggi, domenica 29 novembre 2020, la Lombardia, con Piemonte e Calabria, passa ufficialmente da zona rossa e zona arancione. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, con l’eccezione dei conviventi. Da oggi, 24 dicembre 2020, vigilia di Natale, scatta la zona rossa in tutta Italia. Contengono ulteriori restrizioni decise per contrastare la diffusione del contagio da coronavirus, che saranno valide solo per il periodo delle feste natalizie. Fino al 15 gennaio però ci sarà una limitazione sui centri commerciali: nei giorni festivi e prefestivi potranno essere aperti solo alimentari, farmacie, parafarmacie, sanitari, tabaccherie, edicole e vivai. Covid e ristoranti aperti la sera: la proposta della Liguria non trova l'appoggio del governo. Dal 4 dicembre al 6 gennaio i negozi potranno rimanere aperti fino alle 21. ITALIA – Da oggi, 27 dicembre, e fino al 30 dicembre, l’Italia sarà zona arancione.Questo secondo quanto stabilito dal premier Giuseppe Conte in merito al nuovo Decreto Legge Natale 2020, per rallentare la diffusione del Coronavirus nel nostro paese ed evitare una terza ondata. © Copyright 2020 Dmedia Group SpA. Ma quali sono le nuove regole da seguire? Questa misura non sarà valida sugli acquisti online. Nulla cambia per le università: le attività formative e curriculari non si svolgono in presenza, fatta eccezione per quelle relative al primo anno dei corsi di studio e dei laboratori. I negozi riaprono: tutti, senza limitazioni (ovviamente nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro, garantendo lo scaglionamento degli ingressi e la frequente sanificazione del locale e degli spazi espositivi). Gli alberghi rimarranno aperti in tutta Italia ma il 31 dicembre non si potranno organizzare cene e veglioni: dalle 18 sarà consentito solo il servizio in camera. Nelle aree arancioni (attualmente Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Calabria, Basilicata e Puglia) è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla regione e dal proprio comune di residenza, salvo per esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.. È comunque consentito spostarsi per assicurare lo svolgimento della didattica in presenza: questi spostamenti riguardano quindi docenti, alunni e gli accompagnatori di questi ultimi. Spostamenti, negozi aperti e ristoranti: cosa si può fare. Venerdì scorso il presidente della Regione Attilio Fontana lo ha comunicato: “Siamo in zona arancione”.Ieri, sabato 28 novembre 2020, il ministro della Salute Roberto Speranza ha ufficializzato il passaggio da zona rossa in zona arancione per tre regioni d’Italia: Lombardia, Piemonte e Calabria. Cosa si può fare nelle diverse aree Le regole su spostamenti e aperture delle attività commerciali nei prossimi tre giorni in zona arancione editato in: 2020-12-28T09:04:47+01:00 da QuiFinanza Uno dei punti in discussione è l'apertura di bar e ristoranti nelle zone gialle e arancioni. Oppure quella - più probabile - di una sorta di grande zona arancione, con i negozi aperti e i ristoranti chiusi. Occorre dichiarare questi motivi con apposita autocertificazione. Ci si può muovere liberamente all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22 anche senza autocertificazione. Anche oggi valgono i divieti previsti dal decreto del 18 dicembre: tutta Italia è zona rossa anche nei giorni 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021. Venerdì scorso il presidente della Regione Attilio Fontana lo ha comunicato: “Siamo in zona arancione”. – Leggi anche: Cosa sono questi “cashback”. Venerdì scorso il presidente della Regione Attilio Fontana lo ha comunicato: “Siamo in zona arancione”.Ieri, sabato 28 novembre 2020, il ministro della Salute Roberto Speranza ha ufficializzato il passaggio da zona rossa in zona arancione per tre regioni d’Italia: Lombardia, Piemonte e Calabria. Nelle aree arancioni e rosse invece continuerà a essere permessa solo la consegna a domicilio e l’asporto. ... La Lombardia diventa zona gialla: bar e ristoranti aperti al pubblico 09/12/2020. Resta, per ora, lo stop nelle giornate festive e prefestive all’attività dei negozi che si trovano nei centri commerciali, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie, dei presidi sanitari, dei punti vendita di generi alimentari, dei tabacchi e delle edicole. Le ultime registrazioni nella categoria Ristorante in Italia. Cosa succederebbe se sparissero tutti i virus? Nella giornata di oggi, i bar ed i ristoranti continueranno ad essere chiusi al pubblico ma sarà possibile ordinare l’asporto fino alle 22. Le regole in vigore da oggi e a Natale. Ci siamo. In queste giornate ci si potrà spostare tra i comuni solo per esigenze lavorative, motivi di salute e casi di necessità, o per raggiungere la propria residenza, il proprio domicilio o un’abitazione dove si vive con una certa periodicità: le coppie che vivono lontane per ragioni di lavoro dunque potranno riunirsi. 28, 29, 30 dicembre 2020 e il 4 gennaio 2021 saranno arancioni. Il governo ha previsto che dall’8 dicembre chi pagherà con carte di credito, di debito (cioè i “bancomat”) e app per i pagamenti avrà un rimborso del 10 per cento su tutti gli acquisti (anche quelli alimentari e quelli di servizi) fino a 150 euro effettuati entro il 31 dicembre. Bar e ristoranti restano aperti nel giorno di Natale ma solo per il servizio a domicilio e l’asporto fino alle 22. Il nuovo DPCM prevede inoltre che gli impianti sciistici rimangano chiusi fino al 6 gennaio. Prima delle vacanze di Natale la didattica sarà effettuata completamente a distanza nelle scuole superiori, tranne che per attività di laboratorio e per gli studenti con disabilità, mentre nelle scuole elementari, medie e per l’infanzia si potrà fare attività didattica in presenza, ma con uso obbligatorio delle mascherine (tranne che per i bambini di età inferiore ai 6 anni). Italia ancora zona rossa, cosa si può fare oggi. La Campania è zona rossa dal 15 novembre. Si può fare la spesa, consentito l'asporto in bar e ristoranti, alcuni negozi aperti. Per chi abita nei territori compresi nelle aree arancioni non ci sono limiti agli spostamenti all’interno del comune di residenza, quindi si potrà liberamente uscire di casa. Nelle “aree gialle” (attualmente Liguria, Veneto, provincia autonoma di Trento, Lazio, Molise, Sardegna e Sicilia) sono in vigore quelle che possono essere considerate le “regole base”. Le regole generali Lombardia in zona arancione. Oggi, 26 dicembre, potranno restare aperti alimentari e negozi di vendita al dettaglio. Zona arancione e rossa: quali negozi restano aperti. ... di una sorta di grande zona arancione, con i negozi aperti e i ristoranti chiusi. 26 dicembre negozi aperti oggi in zona … Il che significa bar e ristoranti chiusi (tranne asporto sino alle 22 e consegna a domicilio), ma anche la gran parte dei negozi, tranne alcune eccezioni: diverse tipologie di attività commerciali, infatti, possono rimanere aperte e ve le elenchiamo. Zona arancione regole. Aggiungi la tua ditta. Ci siamo. Tornano in presenza le lezioni delle classi seconda e terza della scuola secondaria di primo grado (le “vecchie” seconda e terza media), salvo diversa indicazione del Presidente della Regione. Nulla cambia per le scuole superiori: rimane attiva la didattica a distanza. Unipersonale Via Campi, 29/L 23807 Merate (LC) C.F. Nelle aree gialle bar e ristoranti potranno essere sempre aperti a pranzo, compresi il giorno di Natale e il 26 dicembre, e fino alle 18. e P.IVA 13428550159 Società del Gruppo Netweek S.p.A. C.F. In sostanza gli spostamenti, consentiti solo all’interno del proprio comune di residenza, sono limitati alle attività strettamente necessarie, altrimenti è obbligatorio rimanere nella propria abitazione. Le università chiuderanno, salvo alcune attività per le matricole e i laboratori. TGCom24- 2 ore fa. Cosa si potrà fare, quindi, oggi, giorno di Santo Stefano? Adnkronos- 2 ore fa. È consentita la ristorazione con consegna a domicilio e fino alle 22 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto. Pronta l'ordinanza regionale sulla zona gialla. In piena zona rossa alcuni esercizi commerciali non rimangono chiusi. L’Ordinanza sarà in vigore da oggi, 29 novembre e fino al prossimo 3 dicembre 2020. Da oggi, 24 dicembre 2020, vigilia di Natale, scatta la zona rossa in tutta Italia. Il presidente della Regione chiede 'responsabilità. Trova ristoranti italiani nelle tue vicinanze tra 5 milioni di ristoranti in tutto il mondo con 760 milioni di recensioni e opinioni dei viaggiatori di Tripadvisor. Allegato 23 in Pdf. Lombardia in zona arancione. Ecco la risposta del governo. I ristoranti degli alberghi sono aperti per i clienti che vi alloggiano, anche nelle zone arancioni e rosse. Inserisci il tuo indirizzo, il paese, la città o il CAP della zona per visualizzare i risultati relativi nelle vicinanze della tua posizione. Dpcm 3 dicembre, le regole per bar e ristoranti in zona gialla. Le assemblee di condominio possono svolgersi in presenza qualora non sia possibile organizzarle in modalità a distanza. Rimangono quindi chiusi musei, mostre, teatri, piscine, palestre, cinema e sono sospese le attività di sale scommesse, sale giochi, bingo e slot machine anche nei bar e nelle tabaccherie. Sono sospese tutte le attività sportive di gruppo, anche quelle svolte nei centri sportivi all’aperto, mentre è consentito solo lo svolgimento di attività sportiva in forma individuale e all’aperto. Santo Stefano in zona rossa: i negozi aperti e cosa si può fare oggi - QuotidianoNet. Nelle “aree rosse” (Valle d’Aosta, provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Abruzzo e Campania) sono in vigore limitazioni che riducono ciò che si può fare a una situazione simile a quello del lockdown in corso a livello nazionale nella scorsa primavera. Intanto i presidenti delle Regioni chiedono un allentamento delle misure di restrizione per i centri commerciali. Ci siamo. La lista dei negozi aperti oggi, sabato 26 dicembre 2020. ... Nelle aree gialle bar e ristoranti potranno essere sempre aperti a pranzo, compresi il giorno di Natale e il 26 dicembre, e fino alle 18. Non cambiano le regole per bar e ristoranti: è consentito l’asporto e la consegna a domicilio, no alla consumazione sul posto. È consigliato il lavoro a distanza, qualora possibile. Dalle 22 alle 5 scatta il “coprifuoco”: si può uscire di casa solo per le suddette comprovate esigenze e compilando l’autocertificazione. Per rimanere aggiornato sulle principali notizie di tuo interesse, Il primo circuito di media locali in Italia, Servizi informatici provveduti da Dmedia Group SpA Soc. Registra e fai crescere la tua attività con Trova Aperto e Cylex! Anche oggi valgono i divieti previsti dal decreto del 18 dicembre: tutta Italia è zona rossa anche nei giorni 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021. Il decreto legge approvato nella notte tra mercoledì e giovedì stabilisce che dal 21 dicembre al 6 gennaio siano vietati tutti gli spostamenti da una regione all’altra (comprese le province autonome di Trento e Bolzano) anche per raggiungere le seconde case.